top of page
Image by NASA

Approfondimenti Deep Marketing.

Scegliere gli Influencer B2C e ottenere i Maggiori Risultati

Nel dinamico mondo del marketing diretto al consumatore (B2C), una domanda persistente riguarda l'efficacia del marketing influencer: è meglio collaborare con influencer dal seguito elevato o limitato? Una ricerca recente esamina la questione considerando l'intero funnel di marketing influencer, dall'engagement sui social media alla generazione di entrate effettive.

Analisi

I risultati derivano dall'analisi di dati secondari relativi a 1.881.533 acquisti e da tre studi sul campo con centinaia di endorsement pagati. Grazie a questo prestigioso database, lo studio ha rivelato che gli influencer con meno follower tendono a superare quelli con un seguito più ampio in termini di ROI (ritorno sull'investimento) in tre metriche di performance.

La Teoria del Capitale Sociale

La teoria del capitale sociale aiuta a comprendere questo fenomeno: influencer con un seguito più contenuto tendono ad avere un engagement più elevato con i loro follower. Al contrario, con l'aumentare del numero di follower, si assiste a una diminuzione dell'engagement, influenzando negativamente il ROI.

Consigli Pratici per Marketer e Imprenditori B2C

  1. Targeting Strategico: Invece di puntare a influencer con milioni di follower, focalizzatevi su quelli con un seguito minore ma più impegnato. Questo approccio può portare a una maggiore efficacia nelle campagne.

  2. Qualità dell'Engagement: Valutate gli influencer non solo per il loro numero di follower, ma anche per la qualità e la frequenza dell'interazione con il loro pubblico.

  3. Misurazione e Analisi: Monitorate costantemente le prestazioni delle vostre campagne influencer, prestando particolare attenzione a metriche come l'engagement, il traffico generato e, naturalmente, le vendite.

  4. Contenuto Autentico: Incoraggiate gli influencer a creare contenuti che rispecchiano la loro voce autentica. Questo può aumentare l'identificazione dei follower con il marchio e stimolare acquisti più genuini.

  5. Collaborazioni a Lungo Termine: Considerate collaborazioni a lungo termine con influencer, costruendo relazioni solide che possono portare a un maggiore coinvolgimento e fiducia del pubblico nel tempo.

  6. Monitoraggio del Costo-Beneficio: Bilanciate attentamente i costi degli endorsement pagati con i ricavi generati. Non tutti gli influencer costosi garantiscono automaticamente un alto ROI.

Conclusione

In conclusione, la strategia di marketing influencer nel settore B2C richiede un'attenta valutazione e un approccio mirato. Collaborare con influencer dal seguito minore ma più impegnato può portare a risultati migliori in termini di engagement e vendite, sfatando il mito che un numero elevato di follower sia sempre sinonimo di successo nel marketing influencer.

bottom of page