top of page
Image by NASA

Approfondimenti Deep Marketing.

Un brand spontaneo è un brand apprezzato. Ma ci sono dei limiti

Il valore della spontaneità

Quando guardiamo un film, assistiamo a una partita di calcio o a un concerto, siamo alla ricerca di esperienze di intrattenimento che siano coinvolgenti e autentiche. Ma cosa rende autentica un'esperienza di intrattenimento? La risposta potrebbe essere la spontaneità.

Un recente studio ha analizzato le preferenze dei consumatori in tal senso e ha scoperto che, nonostante possa portare a una qualità inferiore, la spontaneità è generalmente preferita dai clienti perché percepita come più autentica.

Questa è una direttiva fondamentale per qualunque azienda o Creator che faccia marketing tramite YouTube e TikTok.

Il trade-off tra autenticità e qualità

La ricerca composta da sei diversi studi ha esaminato come i consumatori gestiscono il compromesso tra autenticità e qualità. In particolare, sono stati analizzati i contesti ad alto rischio (ad esempio, quando i risultati dei clienti sono strettamente legati a quelli del brand), le inferenze negative sulla spontaneità (come la pigrizia o la mancanza di interesse) e i produttori con bassa competenza.

Nei contesti ad alto rischio, i consumatori tendono a dare meno importanza alla spontaneità e all'autenticità, perché la qualità del risultato diventa più importante. Allo stesso modo, quando la spontaneità è percepita come un segno di pigrizia o mancanza di interesse da parte dei marchi o dei creator, i client tendono a preferire un approccio più pianificato e meno spontaneo. Infine, i produttori con minore competenza faticano a sfruttare la spontaneità per aumentare l'autenticità del loro intrattenimento, il che crea una profezia che si autoalimenta.

Consigli pratici

  1. Creator e aziende devono incorporare momenti non pianificati nei loro video e nei loro materiali multimediali, performance, eventi, keynote. Questo crea una maggiore sensazione di autenticità, quindi di familiarità e empatia, quindi massimizza il ricordo da parte dei clienti.

  2. Tuttavia, è bene non farsi prendere la mano. La spontaneità è comunque associata a minore qualità da parte delle persone. Quindi va dosata e ridotta ai minimi termini quando siamo in contesti ad alto rischio per gli acquirenti (ad esempio, per grossi acquisti o per beni/servizi vitali) e quando il creator o i brand non hanno competenze elevate in termini di improvvisazione.

  3. Allo stesso modo, negli interventi originali è sempre importante mantenere un ritmo elevato e non far mai passare una sensazione di pigrizia e indolenza.

bottom of page