top of page
Image by NASA

Approfondimenti Deep Marketing.

Vinted e il suo Successo. Come funziona, i rischi e cosa possiamo Imparare

Cos'è Vinted

Vinted è un'app e sito web lituano che consente di comprare e vendere abbigliamento, accessori e oggetti per la casa di seconda mano. Fondata nel 2008, Vinted si è rapidamente affermata come una delle principali piattaforme di second hand in Europa, con oltre 50 milioni di utenti registrati in 15 Paesi.

Il funzionamento di Vinted è semplice: gli utenti possono mettere in vendita i propri capi sull'app, settando liberamente il prezzo. Vinted non trattiene alcuna commissione sulla vendita, ma guadagna tramite le spese di spedizione (a carico dell'acquirente) e gli annunci pubblicitari visualizzati sulla piattaforma.

Una volta conclusa la vendita, il venditore spedisce l'articolo all'acquirente tramite il servizio di spedizione integrato con Vinted e una volta ricevuto il pagamento viene accreditato sul conto Vinted dell’utente, che può prelevarlo o utilizzarlo per fare acquisti sulla piattaforma.

Come funziona Vinted

Per vendere su Vinted è sufficiente scaricare l'app, scattare una foto dell'articolo che si vuole vendere, inserire una descrizione, il prezzo e la taglia. Vinted mette a disposizione anche la funzione "Valuta il mio articolo" che suggerisce automaticamente un prezzo sulla base di vendite precedenti di articoli simili.

Una volta venduto l'articolo, il venditore dovrà spedirlo tramite il servizio di spedizione di Vinted, che fornisce un'etichetta di spedizione prepagata. Il venditore non dovrà preoccuparsi di nulla: l'acquirente pagherà direttamente le spese di spedizione a Vinted.

Per comprare su Vinted è sufficiente cercare gli articoli desiderati, comunicare con il venditore se necessario e procedere al pagamento. Il pagamento avviene direttamente sulla piattaforma Vinted in modo sicuro. Una volta che il venditore effettua la spedizione, Vinted sblocca il pagamento e lo accredita sul conto dell’utente.

Sia acquirenti che venditori possono lasciare feedback reciproci al termine della transazione in modo da costruirsi un profilo affidabile sulla piattaforma.

borsa di cuoio
Una vecchia borsa di cuoio? Il prodotto perfetto per Vinted

Vinted Italia

Secondo un articolo del 2023 di LaPresse, Vinted ha registrato in Italia 7 milioni di utenti dal suo lancio nel 2020. Quindi un successo davvero importante e poco condiviso da altri attori. Il funzionamento e i metodi di pagamento della piattaforma italiana sono piuttosto semplici:

  1. L'acquirente paga l'articolo tramite carta di credito, di debito o prepagata abilitata agli acquisti online oppure tramite il proprio saldo Vinted, se ne possiede uno. I dati della carta possono essere memorizzati nel profilo per comodità.

  2. Il denaro dell'acquisto va momentaneamente in un "saldo sospeso" nel conto Vinted del venditore.

  3. Quando l'acquirente conferma di aver ricevuto l'articolo, premendo "Tutto a posto", il pagamento passa da "saldo in sospeso" a "saldo disponibile" nel conto del venditore.

  4. Il saldo disponibile può essere prelevato tramite bonifico quando raggiunge almeno 0,10€. Può anche essere utilizzato per fare acquisti su Vinted

Come contattare Vinted Italia

Come moltissime società della new economy che fanno pochi spiccioli su singole operazioni, Vinted fa grande economia di personale, e questo si ripercuote nella sua assistenza, e manca un numero verde. Questo non significa non sia contattabile. Ci sono tre strade.

Per fare domande generiche:

  • Consulta il Centro Assistenza, cercando parole chiave o argomenti

  • Sezione "Argomenti generali" con temi principali (es. vendita)

Per avere assistanza per gli ordini:

  • Tramite i messaggi / conversazioni: premi (i) e seleziona "Guida"

  • Dal Centro Assistenza: seleziona ordine recente per articoli utili

Contatti generali:

  • Pulsante "Contattaci" in fondo ad alcuni articoli del Centro Assistenza

  • Da conversazione: i dettagli ordine vengono inclusi automaticamente per velocizzare la risposta

In sostanza. Per avere assistenza generica o su ordini puoi consultare le risorse messe a disposizione da Vinted (Centro Assistenza, sezioni tematiche). Se poi hai ancora bisogno di supporto, usa i pulsanti "Contattaci" o scrivi da conversazione ordine.

Rischi e casi di frode

Nonostante Vinted investa molto in sistemi di sicurezza, nessuna piattaforma di e-commerce è immune da rischi e tentativi di frode. Ecco i principali problemi che si possono incontrare su Vinted:

  1. Articoli contraffatti: poiché gli articoli non vengono controllati centralmente da Vinted, alcuni venditori disonesti potrebbero mettere in vendita merce contraffatta. È bene controllare il profilo del venditore e le recensioni prima di acquistare.

  2. Articoli non spediti: in alcuni casi, dopo aver pagato il venditore potrebbe non spedire la merce. Per tutelarsi è importante acquistare solo da venditori con molte recensioni positive.

  3. Resi e rimborsi complicati: se si verifica un problema con un ordine, ottenere un rimborso può essere complicato e richiedere molto tempo, dato che Vinted fa da intermediario tra acquirente e venditore.

  4. Truffe tramite account hackerati: alcuni truffatori riescono a impossessarsi di account Vinted altrui, mettono in vendita merce a prezzi molto bassi per attirare acquirenti e incassano i pagamenti, senza poi spedire nulla.

Come sempre vince il buonsenso. Gli acquirenti devono prestare molta attenzione al profilo dei venditori, mentre questi ultimi dovrebbero adottare tutte le misure necessarie a proteggere il proprio account da accessi non autorizzati.

Quali sono le opinioni su Vinted? Funziona?

Non possiamo negarlo, ci sono opinioni molto contrastanti sul web sul fatto che gli utenti di Vinted possano guadagnare abbastanza soldi sulla piattaforma.

Ecco un riepilogo delle principali idee al riguardo:

  1. Vinted genera la maggior parte delle sue entrate dalla funzione di protezione dell'acquirente, che incoraggia più persone a fare acquisti sulla piattaforma. Ciò suggerisce che mentre Vinted stesso generi entrate, ma non assicura che gli utenti individuali riescano a guadagnare abbastanza.

  2. Fare soldi su Vinted può essere una sfida a causa della forte concorrenza e dei prezzi bassi. Molti utenti cercano di ottenere l'affare migliore possibile.

  3. Vinted offre buoni strumenti per le imprese online per vendere prodotti di moda di seconda mano. Tuttavia, il successo di un'attività online dipende da altri fattori oltre alla piattaforma stessa.

  4. Molti utenti su Reddit riportano di avere una scarsa fortuna nel fare soldi su Vinted, nonostante il successo che altri sembrano avere. Come sempre, fidarsi di chi dichiara grandi introiti con poca fatica è sempre una strategia da poveri illusi. Come abbiamo visto, i prezzi devono essere estremamente bassi per attirare acquirenti.

  5. Una giornalista che ha usato Vinted per 4 settimane è riuscita a guadagnare quasi 150£ vendendo vestiti, libri e articoli per bambini. Tuttavia, ha dovuto mantenere i prezzi molto bassi per attirare gli acquirenti. Il che sembra conforme con le opinioni dominanti.

  6. Su YouTube e TikTok ci sono esempi di persone che riescono a guadagnare abbastanza per vivere vendendo su Vinted, ma non vi consigliamo di fidarvi. Non sono storie statisticamente indicative.

In sintesi, mentre alcuni utenti riescono a guadagnare qualche soldo, la concorrenza è agguerrita e i prezzi devono essere molto bassi per attirare gli acquirenti. Fare soldi significativi sembra essere una sfida.

Detto francamente: ci sono business migliori. Vinted va usato in ottica di sostenibilità e per liberarsi di oggetti non più necessari.

Dubbi
Il Web esprime spesso dubbi su Vinted

Le alternative a Vinted

Vinted non è l'unica piattaforma di second hand presente sul mercato. Ecco alcune delle principali alternative:

  1. Depop: molto popolare tra gli under 30, ha un'interfaccia simile ai social media che ricorda Instagram. È specializzato in abbigliamento vintage e streetwear.

  2. Wallapop: diffuso in Spagna e Francia, ha una sezione dedicata all'abbigliamento ma ospita anche altre categorie di prodotti, dall'elettronica ai mobili.

  3. eBay: il colosso delle aste online ha una vastissima sezione dedicata all'abbigliamento di seconda mano. Rispetto a Vinted la procedura di vendita è più complessa.

  4. Subito: popolare in Italia, Subito non è specializzato nell'abbigliamento ma ha una sezione dedicata tra le tante categorie merceologiche presenti.

Rispetto a queste alternative, Vinted si distingue per la focalizzazione specifica sulla moda second hand e per la community costruita attorno all'app, che la rende molto coinvolgente per gli utenti. Ed è oggettivamente infinitamente più facile da usare.

La "second hand economy" e il riuso

Come abbiamo visto, con quasi 50 milioni di utenti, Vinted è uno dei player più importanti della second hand economy, l'economia basata sulla compravendita di prodotti usati. Si stima che entro il 2030 questo mercato varrà 80 miliardi di dollari a livello globale.

I motivi di questa rapida ascesa sono molteplici:

  • Crescente sensibilità dei consumatori verso la sostenibilità ambientale

  • Desiderio di un consumo più etico e responsabile

  • Convenienza dei prezzi degli articoli di seconda mano

  • Sentimento di appartenenza a una community

  • Soddisfazione nello scovare pezzi unici e vintage

In questo scenario, il riuso gioca un ruolo fondamentale nel ridurre gli sprechi e l'impatto ambientale del settore moda, responsabile di ingenti emissioni di CO2. Secondo uno studio della Ellen MacArthur Foundation, se ogni capo venisse indossato il doppio delle volte, le emissioni della moda potrebbero calare del 44%.

Ecco perché il successo di piattaforme come Vinted va di pari passo con quello di un modello economico circolare, che punta a massimizzare il ciclo di vita dei prodotti, anziché incentivare un consumo sfrenato di capi low cost.

Cosa possiamo imparare da Vinted come Imprenditori?

Il successo di Vinted e della second hand economy fornisce utili spunti di riflessione per marketer e imprenditori. Molti tra voi lettori appartengono a questi gruppi.

Innanzitutto, queste piattaforme permettono di comprendere e intercettare nuovi trend nel comportamento dei consumatori, sempre più attenti alla sostenibilità, al consumo responsabile e interessati a modelli alternativi di consumo più accessibili. Nel capitolo precedente abbiamo analizzato questo aspetto e vi consigliamo di porvi particolare attenzione.

In secondo luogo, Vinted attira un pubblico trasversale, non solo giovanissimi, ma anche trentenni, quarantenni e oltre, accomunati da interessi come la moda, il vintage e il desiderio di fare acquisti consapevoli. Un target eterogeneo dunque, sul quale le aziende possono tarare messaggi e prodotti adatti.

Uno dei più grandi errori fatti dalle aziende è insistere con le nicchie e buyer persona troppo specifiche. Vinted ci ricorda che il marketing e la crescita del business partono da presupposti nettamente opposti.

Infine, il caso Vinted insegna l'importanza di costruire una community intorno alla propria piattaforma, puntando sulla customer experience, la fiducia e il coinvolgimento degli utenti attraverso funzionalità social, recensioni, loyalty program. La community è un asset prezioso sia per l'engagement che per l'acquisizione di nuovi utenti.

Ragazza in campo di lavanda
Intercettare i trend come la sostenibilità è fondamentale per chi fa impresa

Opportunità per marketer e pubblicitari

Per brand e inserzionisti, piattaforme come Vinted rappresentano interessanti opportunità per intercettare un pubblico attento alla moda e ai consumi sostenibili.

Le principali possibilità sono:

  1. Campagne su misura: si possono pianificare campagne display, native advertising e video mirate per target demografico, interessi e comportamenti di acquisto

  2. Product placement: i brand di moda possono stringere accordi con influencer e utenti per promuovere i propri capi tramite foto e video organici

  3. Giveaway e concorsi: coinvolgere la community con concorsi a premi e giveaway esclusivi è un ottimo modo per aumentare consapevolezza e desiderabilità del brand.

  4. Advertising su app mobile: le inserzioni pubblicitarie native all'interno dell'app permettono di raggiungere gli utenti Vinted quando sono più coinvolti nell’esperienza di acquisto.

  5. Campagne di sensibilizzazione: associazioni ed enti possono realizzare campagne su temi sociali come la sostenibilità ambientale, il consumo etico, la lotta agli sprechi.

Vinted e simili rappresentano quindi un canale efficace per intercettare particolari segmenti di consumatori, dialogando con loro tramite messaggi e prodotti coerenti con i valori della community. Sta ai brand trovare il giusto posizionamento e tono di voce per proporsi in modo credibile e mai invasivo.

Comentarios


bottom of page